ODCEC

News su Lavoro

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Lavoro
  1. Tra le misure anti-Covid nei luoghi di lavoro, sin da marzo 2020, aveva assunto un eccezionale risalto lo smart working. Si cercò di far passare sotto silenzio che le norme emergenziali imponevano esplicitamente il rispetto dei principi stabiliti dalla legge che tutela tale modalità di lavoro, la legge n. 81/2017, con due uniche deroghe. Una legge nata male, che meriterebbe di essere profondamente rivista. Ho appreso che la Commissione Lavoro della Camera dei Deputati in sede referente sta al momento discutendo modifiche alla legge sul lavoro agile in un testo base che unifica 10 proposte di legge presentate in materia. Ma non posso negare d’essere rimasto sorpreso: le norme sulla sicurezza sono rimaste pressoché quelle originarie. E allora mi pongo una serie di domande, restando in attesa di risposte!
  2. E’ arrivata l’approvazione, da parte del Consiglio dei ministri, delle nuove tutele minime per garantire che tutti i lavoratori, inclusi quelli che hanno contratti non standard beneficino di maggiore prevedibilità e chiarezza in materia di trasparenza delle informazioni sul rapporto di lavoro e sulle condizioni di lavoro. Il decreto legislative approvato in via definitive prevede inoltre l ‘ampliamento del campo di applicazione soggettivo della disciplina in materia di obblighi informativi gravanti sul datore di lavoro che viene esteso anche ai lavoratori impiegati con tipologie contrattuali non standard.
  3. Congedo di paternità obbligatorio e della durata di 10 giorni lavorativi fruibile dal padre lavoratore nell'arco temporale che va dai 2 mesi precedenti ai 5 successivi al parto. Diritto all'indennità di maternità in favore delle lavoratrici autonome e delle libere professioniste, anche per gli eventuali periodi di astensione anticipata per gravidanza a rischio. Aumento da 10 a 11 mesi della durata complessiva del diritto al congedo parentale spettante al genitore solo e priorità alle richieste di smart working per le lavoratrici e i lavoratori con figli fino a 12 anni di età. Sono le novità previste dal decreto legislativo approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri. Previste sanzioni per i datori di lavoro che ostacolano i diritti in favore della genitorialità.
  4. E’ stato pubblicato nella sezione Pubblicità legale del portale istituzionale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il decreto direttoriale con cui si provvedere a determinare le retribuzioni medie giornaliere, da valere per l’anno 2022, ai fini dei contributi e delle prestazioni previdenziali per alcune categorie di lavoratori agricoli, in particolare per i piccoli coloni e compartecipanti familiari. Definito anche il reddito medio convenzionale giornaliero per il 2022 nella misura di 60,26 euro.
  5. Applicazione obbligatoria dei contratti collettivi nazionali di lavoro nel settore edile per la fruizione dei tax credits: la legge di conversione del decreto Ucraina ridisegna il campo di attuazione dei CCNL, delimitandone l’applicabilità alle opere di importo complessivamente superiore a 70.000 euro, riferite a lavori edili identificati nell’allegato X al D.Lgs. n. 81/2008. Il nuovo adempimento, che riguarda i lavori che iniziano a partire dal 28 maggio 2022, si prefigge l’obiettivo di assicurare una formazione adeguata in materia di salute e sicurezza, nonché incrementare i livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro. Il rilascio del visto di conformità sarà, quindi, subordinato alla verifica della corretta indicazione del CCNL nell’atto di affidamento dei lavori e nelle fatture emesse per l’esecuzione dell’intervento.