News su Lavoro

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Lavoro
  1. Quota 100 non verrà rinnovata al termine del periodo di sperimentazione triennale. Lo ha dichiarato Giuseppe Conte intervenendo al festival dell’Economia di Trento. Quali alternative? Si sta ragionando sulla possibilità, a tendere, di stabilizzare l’Ape sociale come misura strutturale, ampliandone la platea e di rinforzare il canale di pensionamento con quota 41 per i lavori usuranti. Ma anche su una flessibilizzazione in uscita accordata dentro uno schema che vada gradualmente a uniformarsi ai 64 anni previsti per l’uscita degli assicurati in regime totalmente contributivo.
  2. Nelle controversie di lavoro volte ad ottenere la condanna dell’azienda al versamento a favore del Fondo di solidarietà per il sostegno al reddito, istituito presso l'INPS dal D.M. n. 158 del 2000, dei contributi “correlati” alla retribuzione mensile, sussiste litisconsorzio necessario con l’INPS, sia in ragione della natura obbligatoria di tale contribuzione, sia per le ricadute di ordine processuale della struttura del rapporto dedotto in giudizio. L’obbligo datoriale di pagare integralmente i contributi dovuti, infatti, si sostanzia, nell’ambito del rapporto di lavoro, in un obbligo di un facere e non già in un diritto di credito del lavoratore ai contributi.
  3. Nella fase di ripresa delle attività produttive post emergenza sanitaria da COVID-19 assumono rilevanza le strategie aziendali tese a favorire la produttività del lavoro e garantire i livelli occupazionali, investendo sulla formazione e ri-professionalizzazione dei lavoratori. Il decreto Agosto ha stanziato risorse aggiuntive a finanziamento del Fondo nuove competenze, che ha l’obiettivo di consentire al datore di lavoro l’abbattimento del costo del lavoro per le ore destinate, previo accordo sindacale, alle attività formative, anziché allo svolgimento dell’attività produttiva. Quanto si può risparmiare rimodulando l’orario di lavoro?
  4. Un’occasione come quella offerta dal programma Next Generation EU non si ripresenterà. È da questa consapevolezza che occorre partire per affrontare una nuova fase storica, nella quale centrale sarà la questione del lavoro e dell’occupazione connessa, com’è, alla domanda di beni e servizi. La stesura dei piani per assicurarsi i fondi del Next Generation EU deve seguire diversi drivers: dall’ammodernamento della Pubblica Amministrazione, alla capitalizzazione di imprese, spesso, troppo piccole, alla riprofessionalizzazione della forza lavoro, al sostegno dell’economia sostenibile e della digitalizzazione. Citando le parole di Keynes, se ci doteremo di una saggezza nuova, potremo aprire la strada di una nuova èra.
  5. A partire dal 25 settembre 2020, i datori di lavoro che hanno aggiunto, o superato, la soglia minima di ammissibilità e salvato definitivamente la propria domanda, potranno accedere alla procedura informatica ed effettuare il download del codice identificativo necessario per procedere con l’inoltro online della domanda ISI INAIL. A comunicarlo è lo stesso istituto con un avviso pubblicato sul proprio portale istituzionale.