News su Lavoro

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Lavoro
  1. Nella circolare n. 79 del 2020, l’INPS fornisce le istruzioni in ordine alle modalità di compilazione del Quadro RR del modello “Redditi 2020-PF” cui devono attenersi i soggetti iscritti alle Gestioni previdenziali degli artigiani e degli esercenti attività commerciali, nonché i lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata. Nel documento di prassi l’Istituto si sofferma anche sulle modalità di rateizzazione della contribuzione dovuta e sulle modalità di compensazione degli eventuali crediti.
  2. Per fruire delle 9 settimane aggiuntive di cassa integrazione il datore di lavoro deve verificare di aver ottenuto l’autorizzazione da parte della Regione alle prime 9 settimane di trattamento. Pertanto, le aziende che (per esempio, per ragioni amministrativo-burocratiche) non avessero ottenuto l’autorizzazione del primo periodo non possono richiedere il secondo. Ciò rende particolarmente difficile la situazione di quei datori di lavoro che non hanno ancora potuto riprendere l’attività e che non possono licenziare i dipendenti fino al 17 agosto prossimo. Solo una volta ottenuta l’autorizzazione delle prime 9 settimane, sarà possibile richiedere le ulteriori 5 e, una volta fruite interamente queste, le ultime 4. Come si richiedono le 5 settimane aggiuntive?
  3. E’ disponibile dall’1 luglio 2020 la nuova applicazione web per richiedere la visita medica utile alla sorveglianza sanitaria anti Covid.19 dei lavoratori fragili. Sino al termine dell’emergenza sanitaria in corso, i datori di lavoro del settore pubblico e di quello privato dovranno garantire la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio da virus SARS–CoV-2. Il decreto Rilancio ha infatti previsto che, per i datori che non sono tenuti alla nomina del medico competente, e ferma restando la possibilità di nominarne uno per il periodo emergenziale, la sorveglianza potrà essere richiesta anche ai servizi territoriali dell’INAIL, che provvederanno con i propri medici del lavoro.
  4. Con decreto del 2 marzo 2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 30 giugno, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali spiega le modalità di applicazione al reddito di cittadinanza della decurtazione, nella misura del 20%, che viene effettuata sul beneficio nel caso non sia stato interamente speso. La decurtazione può essere effettuata sia su base mensile che su base semestrale. Il reddito di cittadinanza, infatti, non permette il risparmio e l’accumulo, in quanto erogato per le esigenze mensili della famiglia e come tale va speso interamente entro i 30 giorni successivi all’accredito.
  5. Novità in busta paga e nell’elaborazione del libro unico del lavoro dal mese di luglio. Diventa, infatti, operativo il taglio del cuneo fiscale per il reddito di lavoro dipendente. Il vecchio bonus Renzi va in soffitta e viene sostituito da un nuovo bonus diverso nella struttura e negli importi spettanti a ciascun lavoratore dipendente. Inoltre, viene ampliata la platea dei beneficiari. Spetta al sostituto d’imposta erogarlo in maniera automatica e senza necessità di alcun adempimento preventivo o richiesta formale da parte del lavoratore. Quale è la procedura corretta per il calcolo del nuovo bonus IRPEF?