ODCEC

News su Fisco

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Fisco
  1. Entro il 30 ottobre 2020 i contribuenti ISA devono effettuare i versamenti che risultano dalle dichiarazioni dei redditi, dell’IVA e dell’IRAP, maggiorando le somme da versare dello 0,8% a titolo di interesse corrispettivo. Il nuovo termine è stato previsto in sede di conversione in legge del decreto Agosto. La possibilità di effettuare il pagamento entro il 30 ottobre con la sola maggiorazione dello 0,8% riguarda i contribuenti ISA che hanno registrato nel primo semestre del 2020 una riduzione del fatturato di almeno il 33%.
  2. Nell’ambito delle procedure per il rilascio dei certificati EUR 1, EUR MED, A.TR, l’Agenzia delle Dogane con la circolare n. 42/2020 del 28 ottobre 2020 ha previsto una proroga delle disposizioni di riferimento sino al 31 gennaio 2021. L’Agenzia ha sviluppato una procedura per la digitalizzazione del processo di richiesta dei certificati EUR1, EUR.MED e A.TR, prelevando i dati utili alla stampa dei certificati direttamente dalle dichiarazioni di esportazione di riferimento abbreviando i tempi di lavorazione e di conseguenza i tempi di rilascio. La nuova procedura partirà in via sperimentale il 10 novembre, e potrà essere usata facoltativamente, diventando obbligatoria solo a partire dal 19 gennaio 2021.
  3. Nel momento in cui confisca dei beni diviene definitiva comporta, con effetto retroattivo alla data del sequestro, il consolidarsi del patrimonio in capo allo Stato Erario. Di conseguenza si estingueranno per confusione tutti i crediti erariali maturati (e non estinti) per IRPEF (o IRES) sino all'adozione del provvedimento di sequestro, connessi al patrimonio acquisito in quanto derivanti dai redditi che lo stesso ha prodotto in capo al soggetto che ha subito la misura cautelare. Lo ha evidenziato l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 70 del 29 ottobre 2020.
  4. Esonero da iva sia per vaccini sia per kit di analisi contro il Covid 19. Si tratta della proposta della Commissione Europea del 28 ottobre 2020. Attualmente gli stati membri possono applicare aliquote Iva ridotte sui vaccini, ma non possono applicare un'aliquota zero. Al contrario, i test non possono beneficiare di aliquote ridotte. Le nuove norme consentirebbero un'esenzione temporanea, o l'applicazione di aliquote ridotte, sia sui vaccini che sui test, e anche sui beni e servizi strettamente connessi. L'esenzione, una volta concordata da tutti gli stati membri, rimarrà in vigore fino a quando l'Organizzazione Mondiale della Sanità non dichiarerà la fine della pandemia di coronavirus.
  5. Il bonus sulle locazioni di immobili non ad uso abitativo può essere richiesto anche per i mesi di ottobre, novembre e dicembre. Lo prevede il decreto Ristori (D.L. n. 137/2020). Pertanto, anche se solo per alcune attività maggiormente colpite dalle chiusure e limitazioni (quali discoteche e attività di ristorazione), la misura prevista dal decreto Rilancio per alleviare i costi sostenuti nei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno (luglio per gli stagionali) da imprese e lavoratori autonomi che hanno subito un rilevante calo del fatturato a causa della crisi innescata dall’epidemia da Covid-19, si estende ulteriormente coprendo anche l’ultimo trimestre dell’anno.